AgricolturaAgricolturaAgricolturaAgricoltura
Vi trovate qui: Home

Agricoltura

Descrizione del maso»

Descrizione del maso Lo Schnatzhof, che risale a ca. 700 anni fa e sorge a un’altitudine di 700 m, è ideale per la coltivazione delle mele. Da oltre vent’anni, è la nostra famiglia ad occuparsi della tenuta e proprio le nostre idee hanno trasformato il maso in ciò che è oggi: una meravigliosa residenza per le vacanze…

L’anno del melo»

L’anno del melo

PRIMAVERA:
Con i primi boccioli ha inizio la difesa delle piante. Uno dei compiti principali è quello di proteggere la pianta da funghi (soprattutto dalle macchie nere della Venturia Inaequalis) e dall’attacco dei parassiti, che effettuiamo nel modo più delicato ed ecologico possibile. Nella nostra tenuta vengono inserite solo piantine sane e biologiche. Inoltre, in Alto Adige, le colture biologiche vengono sottoposte a severi controlli per verificare l’osservanza delle direttive.

ESTATE:
Continuano le operazioni protettive e, poiché le piante sono già cariche di piccoli frutti, si provvede a una stima della loro quantità. Se un albero ne presenta un numero in eccesso, si procede con lo sfoltimento manuale, indispensabile per assicurarne le dimensioni adeguate. Questo però è anche un momento di preoccupazioni, dato che si verificano numerosi temporali. La grandine, infatti, potrebbe distruggere in 3 minuti il lavoro di un interno anno. Inoltre, i corridoi erbosi devono essere falciati.

AUTUNNO:
Questo è il periodo più bello ma anche il più faticoso: quello del raccolto, effettuato a mano. Avvalendoci di ca. 20 braccianti, trasferiamo le mele dall’albero direttamente nelle casse. La raccolta dura solitamente da metà settembre a fine ottobre. In questa stagione, ogni giorno troverete un cesto di mele fresche nei vostri appartamenti.

INVERNO:
È il momento più tranquillo nell’attesa che le foglie cadano dagli alberi. Da gennaio a inizio marzo, le piante vengono potate con l’ausilio di una forbice pneumatica ad aria compressa, in modo tale che risultino più rade: un maggior apporto di luce significa, infatti, frutta di qualità.

Ricetta per pane di mele»

Ricetta per  pane di mele
Pane di mele :

200 g di mele disidratate
1 kg di farina integrale di farro spelta
80 g di semi di girasole
80 g di sesamo
Un cucchiaio raso di sale
40 g di lievito
1 litro di acqua tiepida
Preparazione:
Mettere la farina di farro spelta in una ciotola, aggiungere i semi di girasole, il sesamo, il sale e miscelare il tutto. Sbriciolare il lievito, versare l'acqua e amalgamare bene l'impasto prima di aggiungere le fette di mela disidratate schiacciate con la mano. Fare pagnotte della forma preferita, disporle su una piastra da forno precedentemente ben unta e infornare a 190° C per circa 35 minuti.

Suggerimenti:
Durante la cottura, lasciare sul fondo del forno un contenitore con dell'acqua.
 
Mele:
Golden Delicious

Proverbi di primavera»

Proverbi di primavera
  • Per San Benedetto, la rondine sotto il tetto.
  • Primavera piovosa, grano a iosa.
  • Quando canta il cuculo la primavera è imminente.
  • Con la primavera diventano manifesti i danni dell'inverno.
  • Quando fiorisce l'erica è primavera.
Gennaio e febbraio, empie o vuota il granaio.
Freddo e asciutto di Gennaio, empiono il granaio.
Polvere di Gennaio, carica il granaio.
Se l'ape gira di Gennaio tieni da conto il granaio.
Il buon Gennaio fa ricco il massaio.L'inverno mangia la primavera e l'estate l'autunno.

Tratto da: https://www.universonline.it/_tempo_libero/proverbi/detti-lettera-i/inverno.php
*** Residence Schnatzhof · Via Marconi Nr. 7 · 39028 Silandro, Val Venosta, South Tyrol
Tel. +39 0473 730532 · Cell. +39 335 5424007 · info@residence-schnatzhof.com
Part. IVA 00377190210